top of page

La Wine flight



La Wine flight è fondamentalmente una degustazione di più vini...simili tra loro per vitigno, annata o cantina. Il significato di wine flight che  personalmente preferisco è "viaggio del vino", abbastanza letterale come traduzione, ma molto romantica...perché ci da un'idea di viaggio, itinerario, che è quello che in effetti ci aspettiamo quando andiamo alla scoperta di un vitigno, di una zona vinicola. 

Il numero di calici da degustare per poter parlare di Wine Flight è almeno 4, il che ci dà la possibilità di capire differenze e peculiarità di quello che stiamo degustando. 

La più conosciuta tra le wine flight è quella che in gergo tecnico si chiama "Verticale" ossia la degustazione di un vino di diverse annate (stessa cantina, stessa tipologia di vino, annate diverse).

Ricordo ancora la mia prima wine flight, sarà stata l'atmosfera o il posto speciale, sarà stato il vino? ma mi è rimasta impressa...e rimane comunque uno dei metodi migliori per approfondire la materia.

Cosa capiamo con una wine flight? Tanto, ad esempio se facessimo una verticale potremmo vedere come evolve un vino negli anni, il colore che si trasforma, i sentori che cambiano ed evolvono e il gusto più maturo che acquisisce.

Se invece facessimo una wine flight comparativa, potremmo vedere e cercare di capire la lavorazione e la filosofia che c'è dietro un'azienda...potremmo per esempio degustare quattro Montepulciano d'Abruzzo del 2019 di diverse cantine e capire chi lavora in biodinamico, chi lavora affinando il vino in barrique o chi vinifica solo in acciaio e vedere come si comporta il suddetto Montepulciano in queste diverse condizioni.

Ci sono mille modi per organizzare una Wine Flight, magari una delle prossime volte vi parlerò di quella fatta in Mosella: Riesling, solo riesling ma declinato nelle sue classificazioni per residuo zuccherino. Niente male, eh?


E voi? Avete mai provato una Wine Flight? Se la risposta è no...poche scuse, rimediate in fretta!


1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Il vermentino...

Oggi vi racconto di quella volta, (2019), quando con un paio di amici abbiamo deciso di organizzare una verticale di Sciala (Vermentino di Gallura Superiore DOCG) della cantina Surrau. Avevamo a dispo

Il servizio al calice...cosa dice la sommellerie

Quando in un locale chiediamo un vino al calice, cosa ci aspettiamo? Se il locale è affollato, i camerieri saranno sicuramente divisi tra mille ordinazioni. Ma il cliente, seppur esperto e ben allenat

Comments

Rated 0 out of 5 stars.
No ratings yet

Add a rating
bottom of page